Una lanterna magica

Buona sera cari lettori/lettrici,

oggi pomeriggio ho messo alla prova l’artista che è in me (e la pazienza sopratutto) :’)

Ho deciso di creare una lanterna col simbolo dei Doni della Morte, ispirata al settimo capitolo della saga di Harry Potter, il famoso maghetto inglese a cui nel lontano 1997 (si, quando nacque la sottoscritta) la geniale scrittrice J. K. Rowling diede vita, pubblicando il primo libro.

Grazie al mio ragazzo, ho rivalutato la storia di Harry e i suoi due amici e ho scoperto che non è un semplice fantasy per bambini come altri pensano, anzi. Anche un pubblico adulto si accorgerebbe di quanti messaggi e insegnamenti questa saga riesca a trasmettere.

Ma ora non voglio annoiarvi raccontandovi tutta la storia 🙂

In caso abbiate voglia di realizzare un lavoretto o anche voi siete fan del nostro Harry, ecco a voi tutte le istruzioni:

Materiale:

Risultati immagini per doni della
  Doni della morte                             Mantello dell’invisibilità (triangolo)- Pietra della Resurrezione (cerchio) e la Bacchetta di Sambuco (linea verticale)

 

 

  • 1-2 fogli a cartoncino nero
  • 1 foglio di carta velina trasparente
  • forbici
  • taglierino
  • colla
  • 1 matita
  • 1 matita bianca
  • compasso
  • righello
  • goniometro(per precisini)
  • 1 luce a batteria

 

Cosa sono i Doni della Morte? Clicca qui

 

 

Vi lascio il video grazie al quale ho realizzato la lanternina: DIY: Gift Ideas for Harry Potter Lovers

E’ in inglese, ma anche se non siete espertoni, vi basterà guardare il procedimento, vi lascio solamente alcune informazioni nel caso decideste di seguire il tutorial:

  • Misure lati triangolo: 12 cm
  • Ampiezza angoli: 60° (la tipa del video ha fatto la precisina)
  • Lunghezza striscia: 24 cm x 5 cm (io non sono stata precisa quindi l’ho fatta di 28 cm

Ecco a voi il mio risultato (va beh l’importante è provarci ahah, perdonate la qualità)

whatsapp-image-2016-09-18-at-19-52-14
Una magica notte a tutti, la vostra Ale 🙂

 

So wake me up when it’s all over

Giorno 3°

 

Buongiorno cari lettori/lettrici, come è iniziata la vostra giornata?

Io mi diletto con i mestieri in casa dato che fino a quando non troverò lavoro passo la mattinata sola a casa. Ho anche passato un mezz’oretta su you tube a cantare ma meglio non approfondire ahah 🙂

Oggi voglio proporvi un estratto del testo di Wake me up del dj Avicii che sceglie la calda voce di Aloe Blacc

 

“I tried carryng the weight of the world
But i only have two hands
I hope i get to travel the world
And i don’t have any plans
I wish that i could tay forever this young
Not afraid to close my eyes
Life’s a game for everyone
And love is the prize” 

 Se avete visto il video della canzone (in caso contrario ve lo consiglio)saprete che le due protagoniste sono due giovani sorelle, le due vivono in un paesino sperduto e lontano da tutto piegate sotto i severi sguardi degli ambigui abitanti. In effetti anche se non si ha un’occhio particolarmente attento, si può notare che hanno tatuato sulla pelle un simbolo (che sarebbe in realtà quello con cui di contraddistingue il dj svedese) che si ricollegherà al termine del video. La intrepida sorella maggiore, stufa di vivere in un mondo in cui non può essere se stessa, sella il suo cavallo e parte verso l’ignoto. Appena arrivata viene coinvolta dall’allegria di alcuni ragazzi che la portano con loro a ballare, e per la prima volta dopo tempo si sente davvero felice e spensierata. Poco dopo torna a casa per avvertire la sorella, per portarla con se verso una nuova casa, un luogo dove possano sentirsi sé stesse. Mentre ballano con gli amici ritrovati al termine del video, possiamo notare che tutti hanno il simbolo che sin da subito abbiamo notato. Erano destinate a vivere quel momento con  quelle persone e in quel posto.

Il mio commento

Premetto con il dire che apprezzo molto sia il testo della canzone che il video, credo che questa apertura verso il mondo country mixato al mondo dance renda la canzone ancora più speciale e innovativa, infatti ha riscontrato molti ascolti.
Casa è dove sappiamo di sentirci sicuri, non giudicati, liberi e non imprigionati.
Prima di ritrovarci bloccati da inutili paure o convinzioni, svegliamoci. Apriamo gli occhi al mondo e troviamo un NOSTRO posto nel mondo.

“-Lyla quando ti regalerai un po’ di felicità?
-Ma io sono felice!
-No io intendo quando tutti vanno a casa e tu rimani da sola..”

cit.Keri Russel nel ruolo di Lyla Novacek  e un’amica nel film La musica nel cuore

“Io abito in 2 mondi uno è quello dei libri… È un mondo gratificante. Ma il mio secondo mondo è più gratificante. È pieno di personaggi meno eccentrici, però molto più veri, fatti di carne ed ossa, pieni di amore e sono le vere ispirazioni per tutto il resto.
Richard ed Emily Gilmore sono persone affidabili, brave e generose. Sono i miei 2 pilastri, senza di loro non potrei stare in piedi. Sono fiera di essere la loro nipote, ma l’ispirazione maggiore arriva dalla mia migliore amica, la meravigliosa donna che mi ha dato il nome e il sangue che mi scorre nelle vene, Lorelai Gilmore. Mia madre non mi ha mai fatto pensare che non avrei potuto fare quello che volevo o non diventare ciò che volevo essere. Ha riempito la casa di amore, divertimento, libri e musica, costantemente attenta a darmi dei modelli di vita da Jane Austen a Eudora Welty a Patti Smith. E mi ha guidata attraverso questi incredibili 18 anni. Non so se si è mai accorta che la persona alla quale vorrei assomigliare è lei. Grazie mamma, sei il mio punto di riferimento per tutto.”

Alexis Bledel in Rory Gilmore

dal film “Una mamma per amica”


Per concludere vorrei completare dandovi i miei suggerimenti musicali:

Come Home-OneRepublic

 https://www.youtube.co/watch?v=qxW0cPo7F_o

Ci vediamo a casa-Dolcenera

https://www.youtube.co/watch?v=P2UmvFozwLY

 I will always retourn – Bryan Adams

https://www.youtube.com/watch?v=rtEtzWEbQJk

 

La vostra Ale.