Non comprate Dory!

Buona sera cari lettori/lettrici, procede bene questo giovedì?

Oggi a casa mia ci ha lasciati un amico speciale. Si lo so, aveva solo un paio di pinne, una coda e delle squamette…ma era tanto dolce!

Si parlo di un pesciolino! Non sono mai stata molto d’accordo che i miei tenessero un acquario in casa, lo vedo come una specie di prigione di vetro: stessi spazi, stessi colori, stessi incontri, stesse pareti. Che vita noiosa quella di un pesce d’acquario.

Ogni tanto mi fermo ad osservarli e guardo i loro piccoli occhietti, mi chiedo: “cosa starà pensando?”

Si lo so, pensieri normalissimi e comunissimi i miei!

Potrei fare mille altri esempi di animali rinchiusi e privati della loro libertà, che stanno molto peggio dei nostri pesciolini…ma l’argomento che voglio affrontare è preciso.

Nel 2003, quando avevo solo 5 anni, andai a vedere con i miei genitori, mia sorella e il mio vicino di casa uno dei cartoni della Disney più belli di sempre (a mio parere): Alla ricerca di Nemo. Gia, l’avventura del piccolo pesce pagliaccio catturato da due subacquei, ma sarà proprio grazie all’improvvisa sparizione di Nemo che Marlin, il padre, stringerà una forte amicizia con Dory, un pesce chirurgo femmina soggetta ad improvvise perdite di memoria.

Zitto e nuota! Nuota e nuota…

Risultati immagini per dory zitto e nuota

E’ proprio lei la protagonista del nuovo capolavoro Disney Pixar uscito in Italia dal 15 settembre scorso, purtroppo non ho avuto ancora il piacere di vederlo ma recupererò senz’altro!

Ha suscitato il mio interesse la petizione pensata da alcuni ambientalisti, che allarmati hanno dato vita alla piattaforma Care2, con  un preciso obiettivo: avvertire gli spettatori prima del film di non comprare il pesce chirurgo, ovviamente rivolgendosi alla famosa  multinazionale americana.

Infatti pesci come l’amata Dory sono reperibili unicamente in natura non in cattività come altri, e la paura di molti biologi e ambientalisti è che si ripeta il fenomeno della caccia al pesce pagliaccio per tutti i bimbi o non che volevano un Nemo nel loro acquario. Ma nel caso del pesce chirurgo, ciò porterebbe all’intensificazione della caccia a quest’ultimo che spesso avviene con metodi illegali.

La petizione ha raggiunto le 100 mila firme!

Grazia ai ricercatori dell’università della Florida, dopo quattro lunghi anni di ricerche, si é raggiunto l’obiettivo di far riprodurre il pesce chirurgo in laboratorio, così che un giorno possa essere “messo in commercio” nel modo più etico possibile.

Si certo, ci sono problemi più grandi della caccia ai pesci chirurgo, ma penso che il riconoscere il valore della vita di un piccolo essere possa essere un buon punto di partenza per costruire un mondo migliore!

Forse è uscito lunghetto, perdonate

la vostra Ale 🙂

Annunci

California Dreamin’

Giorno 8°


“Se vogliamo la pace nel mondo, costruiamola in primo luogo dentro di noi”

– Il Dalai Lama

 Risultati immagini per dalai lama

Buonasera cari lettori/lettrici,come state?

A volte non faccio altro che riflettere su quanto io sia inutile o minuscola, rispetto a tutto quello che accade intorno a me e in confronto a tutto questo Mondo. 

Apparteniamo ad una realtà in cui innocenti bambini sono costretti ad utilizzare un arma e non giocheranno mai al parco con i propri genitori; in cui uccidere degli animali, ovvero esseri viventi come noi umani, diventa un motivo di vanto e riconoscimento fra i bracconieri; in cui le guerre e le sue vittime sono all’ordine del giorno ma il traffico di armi è sempre più diffuso; in cui il valore di un cellulare è superiore al reddito di molte famiglie e dove ancora molti giudicano il prossimo secondo il colore della pelle.


Dopo il secondo conflitto mondiale gli anni del boom economico hanno dilatato ulteriormente i consumi, sul modello americano e i consumatori cominciano a essere “studiati” da produttori e venditori che cominciano a ragionare anche per fasce di età, inducendo bisogni e scoprendo il mondo dei giovani.


Il modo in cui ci informiamo è determinato da come i telegiornali o i quotidiani ci proporranno una notizia, la scelta di quello che acquistiamo è profondamente influenzata dalle pubblicità o dal modo in cui i prodotti saranno esposti nei supermercati, il nostro modo di pensare spesso è deviato dai programmi televisivi che ci impongono modelli perfetti e invidiabili, e che spesso ci fanno dimenticare che quello che vediamo oltre lo schermo non è che una finzione mentre quello che possiamo costruire con la nostra mente e le nostre idee potrebbe rivelarsi qualcosa di unico e ineguagliabile. 

“Meglio un maglioncino di cashmire che un uomo…almeno il maglioncino lo puoi cambiare dopo sette giorni, l’uomo no.”

 Risultati immagini per i love shopping

Rebecca (Isla Fisher) – I love shopping


Con l’evolversi del mondo dell’industria, di conseguenza la nascita di nuovi settori e professioni, anche l’uomo nel corso degli anni ha cercato di adeguarsi ai cambiamenti e alle nuove esigenze del mercato, il settore terziario è in costante crescita anche grazie al perfezionamento delle tecnologie che in molti casi hanno sostituito il lavoro manuale. La quantità di denaro posseduta corrisponde alla capacità di consumo che possiede un individuo, che è diventato dipendente dalle leggi di domanda/offerta in costante variazione, questo atteggiamento ha provocato l’innalzamento del grado di importanza dell’oggetto, causando l’accantonamento di quelli che sono i valori di base sui quali una comunità dovrebbe essere costruita.


“-Vendimi questa penna
-Ti devo vendere questa penna? ..Scrivimi il tuo nome!
-Come faccio non ho la penna
-Eccola, basta chiedere.
-Vedete cosa ha fatto, ha creato un bisogno, fategli credere che hanno bisogno di quelle azioni.”


Risultati immagini per the wolf in wall street penna

Jordan (Leonardo di Caprio) e Brad (Jon Bernthal) – The Wolf of  Wall Street

Vivo in un mondo totalmente opposto a quello in cui i giovani ribelli degli anni 60 avrebbero voluto convivere insieme a pace e amore: gli Hippie.

Per molti il loro fu un semplice movimento di protesta per altri ancora oggi è uno stile di vita. In realtà l’impronta del loro passaggio è ancora profonda e visibile nel mondo attuale: dal loro pensiero amplio e a favore della connessione fra la gente sono stati fatti i primi passi verso la nascita della cibernetica, disciplina che si occupa dello studio unitario dei processi riguardanti la comunicazione e il controllo dell’animale e nella macchina, grazie al loro amore e rispetto per la natura si è evoluto il concetto di sviluppo sostenibile, l’ecologia ha trovato spazio in una vasta varietà di campi e sono nate diverse associazioni al fine di proteggere l’ambiente e gli esseri viventi che vi abitano.

Una mentalità sempre aperta verso il prossimo, il diverso, che non si fa schiavizzare da un sistema politico o da qualsiasi legge di mercato. Mi chiedo ora, forse dovremmo pensare a prendere esempio da quei giovani sognatori?

Perchè è proprio grazie al loro sogno, che hanno lasciato segni nel mondo in cui viviamo oggi.

“La prospettiva è proprio ciò che esclude l’universo; tutti con le loro piccole prospettive,così si esclude l’amore”

 Risultati immagini per motel woodstock

Tisha (Mamie Gummer) – Motel Woodstock

Eccovi qualche canzone:

Jefferson Airplane – Wild Tyme:

https://www.youtube.com/watch?v=fuBHk1VrWic

John Lennon – Imagine:

https://www.youtube.com/watch?v=DVg2EJvvlF8

Birdy – People Help The People:

https://www.youtube.com/watch?v=OmLNs6zQIHo

Janis Joplin – Mercedes Benz:

https://www.youtube.com/watch?v=7tGuJ34062s


Scegliereste mai una vita da Hippie?

buona serata,
la vostra Ale 🙂

Auto(stima).

Buona sera cari lettori/lettrici, procede bene questa giornata? Spero di si.

Anche il mio momento sta per arrivare, tra non molto mi iscriverò a scuola guida. La cosa mi esalta, mi eccita…e mi preoccupa.

Poco fa io e mio padre siamo andati su al parcheggio e mi sono seduta al posto di guida della sua auto.

Come per ogni volta che inizio qualcosa di nuovo, inizia a suonare quel campanello d’allarme che sembra volermi dire: Attenta! Non ce la farai, lo sai? Vero?

Insomma sono la sicurezza in persona! Insomma conosco (forse fin troppo bene) i miei limiti, e sò di essere Miss imbranata, e di vincere il titolo ogni anno.

Sò anche che mi sono stufata, di dirmi ogni volta che non posso farcela, di sentirmi inferiore. BASTA.

Si, non sarà un lato della mia personalità che cambierò in fretta, ma a partire da questo obiettivo voglio comportarmi diversamente. Da ragazzina insicura a un’ Alessia più fiduciosa.

Ora scappo a tavola, mi aspetta una minestra sigh :/

La vostra Ale.

 

 

 

One Day

Giorno 1°

“Qualsiasi cosa accada domani…viviamo oggi”

 cit. Anne Hathaway, Emma nel film “One day”

Buongiorno cari lettori/lettrici che per casualità o per una strana scelta del destino siete capitati su questo blog, o meglio uno spazio nel quale voglio condividere e discutere le mie idee e pensieri. 

Mi presento. Sono Alessia, ho finito quest’anno la scuola superiore, cinque anni di nuove amicizie e esperienze che per sempre in qualche modo faranno parte di me.

Amo scrivere e sognare, (non troppo eh, perché come ci insegna Silente in Harry Potter e la pietra filosofale “E’ inutile rifugiarsi nei sogni, e dimenticarsi di vivere”) provo a dare significato a ogni giorno che il caso, il fato o dio mi regala. Mi piace riflettere su questioni che sembrano più grandi di noi ma che in realtà sono più vicini di quanto pensiamo. ancora oggi, nel XXI secolo, non bastano la tecnologia, gli studi di grandi scienziati o il denaro per dare una risposta simili interrogativi:

Perchè siamo su questa terra?

Perché ci svegliamo, lavoriamo, amiamo, odiamo, procreiamo…se poi alla fine tutti abbiamo un termine, una scadenza?

Tutti noi proviamo a dare una risposta, sia pur insensata o meno.

Ecco la mia. Credo che l’emozione di un solo attimo possa farci sentire eterni, infiniti, come vivessimo senza tempo e limiti. Viviamo su un pianeta, formato da una precisa quantità di terre e acque, ma ciò che ci circonda sembra non avere fine, mentre si sa che un giorno il nostro tempo scadrà. 

Ma c’è una cosa che non sappiamo:

Quando?

Anzi più di una:

 In che modo? Perché

Viviamo la vita cercando una risposta o almeno provando a crearne una nostra e quindi unica. Dobbiamo fare in modo che ogni cosa che facciamo abbia un significato, o che almeno sia guidata da una nostra scelta, indipendentemente da cosa pensiamo avverrà in seguito. 

Prendiamo esempio da ciò che ci circonda, facciamo esperienze, cogliamo l’attimo, ma sopratutto seguiamo il nostro cuore e le nostre idee.

Rendo grazia a qualunque Dio ci sia, per la mia anima invincibile.

Sono il padrone del mio destino, il capitano della mia anima”.

cit. Morgan Freeman nel ruolo di Nelson Mandela -Invictus

 “Carpe Diem, cogliete l’attimo ragazzi, rendete straordinaria la vostra vita”

cit. Robin Williams nel ruolo del prof Jhon Keating – L’attimo fuggente

 Conserviamo gelosamente il passato, pianifichiamo un futuro e viviamo il presente.

Viviamo come se ogni giorno fosse l’ultimo, ma non concentrandoci sui limiti che abbiamo, bensì facendo in modo che ogni attimo ci renda infiniti.

Infine vi suggerisco alcune canzoni:

One day – Asaf Avidan 

 HTTPS://WWW.YOUTUBE.COM/WATCH?V=6FVOIPMUFPK

Good life – Onerepublic

 HTTPS://WWW.YOUTUBE.COM/WATCH?V=JZHQOVVV45W

I lived – Onerepublic

 HTTPS://WWW.YOUTUBE.COM/WATCH?V=Z0RXYDSOLWU

Buon ascolto, suggerisco di leggere e riflettere sui testi 🙂

 

Aspetto commenti, a cui risponderò con piacere e senza giudicare ovviamente.

A presto, la vostra Ale