“Colloqui assurdi” Ep. 1

Buongiorno cari lettori/lettrici

Un`altra settimana sta per terminare. Un`altra settimana a sperare di trovare qualcosa per il mio futuro, un lavoro (meglio conosciuto al attualmente come miracolo divino).

Per carità, almeno in questi ultimi giorni qualche colloquio l`ho fatto.

Ecco, parliamo dei colloqui: un incontro fra due adulti, utile a mostrare le proprie capacità e potenzialità a un ipotetico datore di lavoro. E uno ci investe anche tempo,impegno e una buona dose di ansia. Eppure, certa gente sembra non averlo capito.

Ho svolto il mio ultimo colloquio in un hotel nella mia provincia, io stessa mi sono candidata spontaneamente e loro mi hanno chiamata per fissare un incontro. Bene fin qui no?

Il tipo durante la telefonata mi chiede:

“Lei è automunita?”

Bom. Era finita. Si mi rendo conto che essere patentata senza un`auto è abbastanza deprimente. E quindi gli rispondo:

“Momentaneamente no,mi spiace”gia arresa al mio destino.

“Per gli orari che facciamo sarebbe ideale avere un proprio mezzo…Venga comunque!”

E niente, sono andata. Ho fatto il colloquio, che è andato molto bene…Fin quando non ha riparlato del problema dell`auto. 

“Se riesce a risolverlo mi faccia sapere”

Ma io mi chiedo, perché? Che problemi ti affliggono? Certo ho apprezzato che mi abbia voluto conoscere, ma se mi hai fatta presentare per dirmi le stesse cose ed illudermi, allora non ci sto. 

E niente, mai una gioia.

Buon weekend a tutti, e non deprimetevi come faccio io vi raccomando 😅😅😅!

Annunci

Il gusto del fare le cose

Dov’è?

Io purtroppo non lo vedo più.

Ormai pretendiamo che dopo ogni scelta o azione, 

debba necessariamente esservi un obiettivo.

E se provassimo ad agire a caso? Senza un perché?

Forse tutto avrebbe meno senso ma più gusto.

By Ale

Ps.scusate scrivo cose strane,nel dubbio do la colpa alla febbre🤒

Se vuoi cambiare il mondo

Inizia facendoti il letto la mattina.

Parole dell’ammiraglio statunitense William Harry McRaven, ex comandante del ‘Joint Special Operations Command’ che ha guidato la squadra Seal nell’operazione ‘Lancia di Nettuno’, culminata con l’uccisione di Osama bin Laden.

Ogni giorno,anche se sembra difficile o persino impossibile, non dobbiamo gettare la spugna, non dobbiamo permettere alle cose orribili che accadono di sotterarci come vittime incapaci di difendersi. Possiamo,è semplice: partiamo da ogni gesto,dal più banale, come rifarsi il letto. Il luogo dove le nostre giornate iniziano e finoscono, infatti quando andremo a dormire sapremo che troveremo un letto ben curato e sistemato, e quando ci sveglieremo sapremo che avremo un preciso compito. Ecco,sono le piccole sicurezze che ci faranno andare avanti,ci faranno combattere.

Ho trovato di incredibile conforto le parole scelte per il discorso dell`ammiraglio, e spero lo siano anche per voi. 

Nel caso non lo conoscete,eccovi il video:

https://youtu.be/BmRH-wK8MwE 

La vostra Ale 🙂

Collane ingarbugliate

Buona sera cari lettori/lettrici,

tutto bene? Lo spero.

Un titolo ambiguo avrete pensato. In effetti lo è. Ma oggi cercavo di fare un po’ d’ordine tra i miei cassetti, e le ho viste: collane aggrovigliate, un gran mucchio di problemi. Sono poche le cose che mi danno così ansia e nervoso allo stesso tempo, forse perché mi ricordano la mia vita. Piena di grovigli, piena di strade intraprese (o quasi) che poi si incrociavano tutte assieme in un punto, insieme ad illusioni e paure.

E’ stata una piccola soddisfazione sciogliere quell’enorme nodo, anche se ha richiesto del tempo.

Bene, penso di aver finito con le seghe mentali per oggi :’)

Un saluto,

la vostra Ale 🙂

Arrendermi? No grazie

Si. La resa sembra la soluzione più semplice davanti ad alcune scelte. Via il problema, la fatica, via tutto. E’ come scappare nel bel mezzo di un duello, non ci sentiamo degni o abbastanza forti per combatterlo, per sfidare il nostro avversario…e possibilmente sconfiggerlo.

Il mio consiglio? Giratevi, sfoderate la vostra spada, guardate dritto negli occhi il vostro nemico, e usate tutte le vostre forze, versate le vostre lacrime, consumate ogni energia, ma trafiggetelo.

In caso contrario, vi pentirete, ed è semplice capire il perché: non saprete mai se avreste potuto uscirne vincitori.

Buona giornata,

la vostra Ale 🙂