19 anni fa. Oggi.

Annunci

Nuovo amico

Buona sera cari lettori/lettrici!

Vi presento Boh. Questo cagnolone tutto nero si è presentato mentre io,mia sorella e il mio ragazzo giocavamo al lago. Si, si è presentato. Sono stati sufficienti il suo sguardo implorante e il suo continuo agitarsi a farci capire quanto fosse dolce e giocherellone. Incredibile come sia riuscito a conquistarci in pochi minuti! 

Non finisce mai di sorprendermi vedere fin dove può arrivare il loro amore e la loro capacità di rapportarsi con noi. 

Fine sondaggio: scopri qual è il tuo amico da film!

Eccoci cari lettori/lettrici,

oggi rivelerò quali sono i personaggi e i rispettivi film del sondaggio

“Qual è il tuo amico da film?”

Se siete curiosi di sapere a chi corrispondeva la vostra scelta, continuate a leggere 🙂

arrow-988169_960_720

1) CIUCHINO – SHRECK

Shrek Forever After movie imageEh si…si tratta di un simpatico asinello! 🙂 In tanti lo conoscerete immagino eheh!

Migliore amico del protagonista Shrek, Ciuchino è il personaggio più divertente e pieno di vita del film! Sa sempre come aiutare il proprio compagno d’avventure, è sempre pronto a fare nuove esperienze e pochi amici sono fedeli come lui, che non abbandonerebbe mai Shrek!

2) HERMIONE – HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE

4        Eccola, la streghetta più intelligente, carismatica e             scaltra della saga di Harry Potter…e del cinema?

Chi ha scelto questa risposta, vorrebbe un’amico che sia in grado di comprendere le cose realmente importanti nella vita, quindi non superficiale e troppo egocentrico.

Un compagno d’avventure coraggioso, che abbia sempre la soluzione per tutto.

3) DRISS – QUASI AMICI

qausiam

 Ispirato ad una storia vera, Quasi amici è uno dei film che mi ha più colpito da sempre. A prescindere dalle loro condizioni sociali e stili di vita, Driss e Philippe riescono a diventare grandi amici!

Chi vuole un amico come Driss, ha bisogno di qualcuno che lo sproni a “tirarsi fuori”, a fuggire dalla monotonia di tutti giorni. Una persona che lo “alleggerisca” nei momenti difficili, e che riesca ad aprire gli occhi sulle cose più semplici della vita

4) TIBBY – 4 AMICHE E UN PAIO DI JEANS

4-amiche-e-un-paio-di-jeans-Immagini-dal-film-18_mid

Come non potevo scegliere questo film? Anche se non da premio Oscar, è sicuramente una bellissima storia d’amicizia, e trovo bellissimo il simbolo dei jeans per rappresentare la promessa di essere sempre unite!

Tibby è una ragazza originale e intraprendente, al di fuori sembra arrabbiata col mondo ma in realtà è molto dolce e sa ascoltare un’amica nel momento del bisogno. 

5) CHARLIE – NOI SIAMO INFINITO

24638

Storia di un ragazzo tormentato da dolori del passato che rendono la sua vita un continuo combattere con le proprie emozioni e la propria insicurezza. Grazie a delle nuove amicizie la sua vita cambierà radicalmente.

Un ragazzo timido ma molto introspettivo, riflessivo e aperto al diverso. Un’amico senza puzza sotto il naso, sincero e che mette gli amici al primo posto.

6) LESLIE – UN PONTE PER TERABITHIA

1178296802-ponte_terabithia_5

Una delle amicizie più belle quella tra Leslie e Jess! Due visioni della vita diverse, che insieme sanno arricchirsi e completarsi a vicenda.

Leslie, ragazza creativa e spensierata, capace di rendere la cosa più banale in qualcosa di fantastico. Un’amica che in te vede il tesoro, che tu ancora non conoscevi

Ecco, spero sia stato divertente scoprire chi si nascondeva dietro le vostre risposte 🙂

Buona giornata,

la vostra Ale 🙂

Qual è il tuo amico da film? #sondaggio

Buon giorno cari lettori/lettrici,

ho deciso di aprire un’altro sondaggio, considerando che dall’ultimo è passato troppo tempo e mi ero divertita molto 🙂

Il tema questa volta è l’AMICIZIA, ma sempre nel mondo del cinema.

Quale di queste frasi ti piacerebbe ti dicesse un amico?

1.Sai cosa mi piace di te,  ….. ? Hai quell’aria “non mi importa cosa gli altri pensano di me”. Mi piace, ti rispetto.

2.Io? Furbizia e tanti libri. Ci sono cose più importanti: amicizia… e coraggio

3.”-Dove andiamo?

          -A respirare un po’. “

4. T: Forse delle volte è più facile arrabbiarsi con le persone di cui ti fidi.
C: Perché? Perché dev’essere così?
T: Perché sai che comunque ti ameranno sempre.

5.-“Perché io e quelli che amo scegliamo persone che ci trattano come fossimo nulla?”
-“Accettiamo l’amore che pensiamo di meritarci!” 

6.  Chiudi gli occhi ma tieni la mente ben aperta…

Bene, queste sono le opzioni che ho scelto! 

Al termine del sondaggio rivelerò nome del film e personaggio/i,

spero davvero partecipiate in tanti 😀

Buona giornata,

la vostra Ale 🙂

E il naufragar m’è dolce in questo mare

Giorno 7°

“Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
E questa siepe, che da tanta parte
Dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
Spazi di là da quella, e sovrumani
Silenzi, e profondissima quiete
Io nel pensier mi fingo; ove per poco
Il cor non si spaura. E come il vento
Odo stormir tra queste piante, io quello
Infinito silenzio a questa voce
Vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
E le morte stagioni, e la presente
E viva, e il suon di lei. Così tra questa
Immensità s’annega il pensier mio:
E il naufragar m’è dolce in questo mare.”

 L’Infinito di Giacomo Leopardi

Buonasera cari lettori/lettrici, stasera ho scelto di discutere con voi questa bellissima poesia del “giovane favoloso”.

E’ una di quelle poche poesie che studi a scuola e che riescono a lasciarti un segno (o almeno secondo me, ditemi la vostra). Perché parla di voi, di me, di noi.
Leopardi era uno scrittore dal carattere fragile data la sua salute cagionevole, non ebbe punti di riferimento e restò solo per tutta la sua vita. Ma da questa poesia traspare una profondità e insieme semplicità, che ci cattura. Riusciamo a vederlo quell’orizzonte, ci immaginiamo il sole che si scioglie nel mare al tramonto o la vista dalla vetta di una montagna, e percepiamo quel senso di perdizione e sconvolgimento da cui il poeta è travolto, come paragonando l’immensità dell’infinito a quella delle profonde acque del mare. Ma perdersi nei suoi sconosciuti abissi diventa piacevolmente affascinante. 

Esiste in matematica, in molti cercarono di sfidarlo nella storia come Ulisse che affondo con i suoi uomini sui confini delle Colonne d’Ercole (lo Stretto di Gibilterra),alcuni credono sia Dio,altri lo vedono nelle leggende (che non muoiono mai)e altri ancora nell’Universo.
“Ove per poco il cor non si spaura”
Tutto quello che non conosciamo ci spaventa, perché non sappiamo controllarlo ed è molto più grande di noi. 

La profondità di uno sguardo, di una canzone, di un sentimento, di un libro o di un momento.
Sanno provocarci una sensazione di perdizione e stravolgimento, si impossessa dei nostri pensieri per poi scuoterli e sconvolgerli, ma non scopriremo mai cosa c’è alla fine. Se c’è una fine. 

Il bello della vita forse è questo, non scoprire cose c’è oltre il nostro mondo, oltre quello che conosciamo. 
Siamo soggetti a una continua ricerca, ed è questo che deve mantenere viva la nostra voglia di vivere.


“Perchè io so che ci sono persone che dicono che queste cose non esistono, e che ci sono persone che quando compiono diciassette anni dimenticano com’è averne sedici; so che un giorno queste diventeranno delle storie e le immagini diventeranno vecchie fotografie, e noi diventeremo il padre o la madre di qualcuno, ma qui, adesso, questi momenti non sono storie, questo sta succedendo, io sono qui, e sto guardando lei… ed è bellissima. Ora lo vedo: il momento in cui sai di non essere una storia triste, sei vivo, e ti alzi in piedi, e vedi la luce dei palazzi, e tutto quello che ti fa stare a bocca aperta. E senti quella canzone, su quella strada, insieme alle persone a cui vuoi più bene al mondo, e in questo momento, te lo giuro, noi siamo infinito!”

Logan Lerman in Charlie-Noi siamo infinito

L’unica cosa che forse ci resta da fare è respirare, guardare intorno a noi, fregarcene di tutto il resto e farlo con chi amiamo.

Consiglio musicale:


Wings-Birdy:


https://www.youtube.com/watch?v=WJTXDCh2YiA

Forever young-Alphaville:


https://www.youtube.com/watch?v=RHIIATt0BaM

Notte,
la vostra Ale 🙂

Missione: festa a sorpresa

Buongiorno cari lettori/lettrici,

stamattina sono più “mattiniera” del solito, infatti adesso che scrivo sono ancora abbastanza fusa :’)

Io e una mia amica stiamo organizzando una festa a sorpresa per il suo ragazzo,

e oggi ci andremo a sbizzarrire fra i negozi per comprare tutto il necessario!

L’idea mi diverte troppo, sto mettendo alla prova la mia creatività (e anche la mia discrezione eheh), inventando giochi e arredando il luogo dove avverranno i festeggiamenti, e in più sarà il giorno prima della notte di Halloween quindi ci sarà da divertirsi con i trucchetti che abbiamo in mente!

E voi? Avete mai organizzato una festa a sorpresa?

Avete qualche consiglio? 🙂

A presto,

la vostra Ale 🙂

Addio gente “alla moda”

Buongiorno cari lettori/lettrici,

stamattina pensavo a quante cose sono cambiate con la fine della scuola.

Insomma, ci ho passato gran parte della mia breve vita su quei banchi, ormai ero abituata a dover riunciare al week end per la verifica del lunedì, all’ansia pre interrogazione.

La matematica non era poi così crudele, le (inutili) riunioni fra compagni di classe per discutere su ciò che non andava, gli insegnanti infondo erano quasi sopportabili, dai.

A parte tutto, l’unica cosa che non mi pesa aver lasciato sono loro : le zabette-false-menosette.

Ora mi spiego. Ragazze con cui purtroppo avevo a che fare ogni giorno, ed ogni giorno ingerivo, con fatica, la solita pillola.

Commentavano ogni gesto, ogni frase, nessun errore sfuggiva alle loro grinfie. Erano li, pronte per fare il loro show, ovviamente criticando/commentando qualcuno/qualcosa in modo offensivo.

Ma per quanto tutto ciò potesse importare agli altri, il reale problema era quanto fossero false.

Avete presente? Tante risate e tanto love, poi non appena si voltano le spalle e le frasi erano tipo:

“Oddio ma come sta addosso”

“Pincopallina ha fatto questo e quest’altro…Ah, dimenticavo anche questo!”

“Ma l’ hai vista la maglietta che indossa oggi? Ma da dove esce?”

Insomma, best friends forever proprio.

Non voglio parlare di cosa vuol dire per me amicizia, ma quanto io sia schifata nel vedere quante persone che si definiscono amiche, poi si sparlano dietro senza problemi.

Il punto è che avere tanti amici è diventato di moda, averne pochi è da sfigati.

In quel caso ben venga essere sfigati, perchè a quanto pare la moda è tutta finzione!

Terminato il mio sfogo, viva gli anni di scuola e l’amicizia, quella vera,

la vostra Ale 🙂

That’s a lesson, i larned from you

Giorno 5°

 “-Non voglio altri allenatori, capo, io voglio lei.
-Non chiamarmi capo, io non sono il tuo capo e quindi non chiamarmi così.
-Se la smetto di chiamarla capo mi allenerà?
-No.
-Allora tanto vale che la chiami così.”

cit.Frankie Dunn (Clint Eastwood) e Maggie Fitzgerald (Hilary Swank)in Million Dollar Baby


Buongiorno cari lettori/lettrici.

Il titolo dell’ articolo di oggi è un’estratto dalla canzone “I larned from you” di Miley Cyrus e il cantante country Billy Ray Cyrus, il testo parla di una figlia che ringrazia il padre per averle insegnato come.prendere la strada giusta, nonostante lei fosse convinta di sapere gia come sceglierla. Anche se nella realtà non sempre va cosi, come nel loro caso.

Il brano fece da colonna sonora.al.film Un ponte per Terabithia girato da  Gàbor Csupò e tratto dall’omonimo romanzo di Katherine Paterson del 1976.
La storia parla della speciale amicizia tra i due giovani Jess e Leslie, il.primo è timido ed insicuro ma dai suoi disegni trapelano tutto il suo talento e voglia di aprirsi al mondo, egli rimane incantato da Leslie e dalla sua coinvolgente spensieratezza, che dotano ques’ultima di una visione del mondo e di chi vi abita opposta a quella del ragazzo, e il suo talento nell’uso delle parole per tramutarle in qualcosa di sorprendentemente vicino alla realtá. Ecco perchè egli scopre che la.sua esistenza non deve dipendere dai severi rimproveri del padre e i maltrattamenti dei bulli che ogni giorno cerca di tollerare, ma dai suoi sogni.
Entrambi i giovani sentiranno il bisogno di trasformare la propria amicizia in qualcosa di piu grande, unire le forze e i loro talenti, per costruire un mondo tutto loro e fuggire da quella noiosa routine.

Scendere dal bus di ritorno dalla scuola, correre fino al fiume, aggrapparsi alla corda legata al vecchio albero e arrivare all’ altra sponda.

Bastano questi semplici passaggi per raggiungere Terabithia, dove loro sono diventati re e regina e nessuno può schiacciarli. Bastano una casetta sull’albero e la loro sconfinata.immaginazione per creare una realtá parallela a quella che gia stanno vivendo.
Ma.un giorno Jess sceglie di accettare l’invito della sua maestra di musica per visitare un museo d’arte. Voleva dire niente Terabithia e niente Leslie.
Nonappena giunto a casa dopo un entusiasmante pomeriggio,il mondo crolla addosso al protagonista ferendolo nel peggiore dei modi: la corda si era spezzata come i suoi sogni, il loro mondo era ormai scomparso, Leslie era morta.
Ormai quel mondo non aveva piu senso senza la sua regina, il male sembra.volersi impadronire dell’anima indifesa di Jess che non riesce a vedere via di fuga. Quando inaspettatamente arriva suo padre in aiuto, e gli ricorda che il miglior modo per tenere in vita Leslie è ricordarla, non smettere di credere in tutto cio che avevano costruito e fare tesoro di cio che da lei aveva imparato.

“Chiudi gli occhi ma tieni la mente ben aperta”

cit. Anna sophia Robb (Leslie Burke)

 

Nonostante abbia visto questo film piu volte, ogni volta riesce ad incantarmi con la sua straordinaria semplicitá. Mi ricorda che l’amicizia è qualcosa che ti arrichisce e ti migliora, che sa farti amare le cose piu semplici e ti insegna ad essere te stesso, perchè non c’è nulla di più speciale. 


Come al solito,voglio lasciarvi alcuni titoli di brani da me apprezzati:


I got you-Leona Lewis:

https://www.youtube.com/watch?v=8BdyI8Uwmus

Gift of a friend-Demi Lovato:

 https://www.youtube.com/watch?v=sQ28LLowPKg

Count on me-Bruno Mars:

 https://www.youtube.com/watch?v=4JNtAtGGNRU

Buona giornata,
la vostra Ale 🙂